EMOTRASFUSIONI

DIRITTI RICONOSCIUTI AI SOGGETTI DANNEGGIATI DA MALATTIE CONTRATTE A SEGUITO DI EMOTRASFUSIONI

I soggetti danneggiati da malattie contratte a seguito di trasfusioni di sangue infetto (AIDS, Epatite B e C, etc.) hanno diritto a:

  1. percepire gli indennizzi previsti dalla legge;
  2. ottenere anche il risarcimento dei danni (patrimoniali e non).
    Sui predetti diritti (indennizzi e risarcimento), oltreché sui relativi termini di prescrizione, vedi il Capitolo “INDENNIZZI E DANNI” coi relativi sottocapitoli ed annessi paragrafi.

 

La Medicina Trasfusionale è quella branca della medicina che si occupa del buon uso del sangue e dei suoi derivati.

  Le trasfusioni di sangue rappresentano una procedura medica molto diffusa in cui il paziente riceve il sangue tramite una flebo inserita in uno dei vasi sanguigni.

     Soprattutto in passato, purtroppo, le Emotrasfusioni hanno rappresentato un importante veicolo di diffusione di virus molto pericolosi, quali, il virus dell’Epatite A, B, C, D, tant’è che dagli anni sessanta, la maggior degli emo-trasfusi e la quasi totalità dei pazienti emofiliaci  ha contratto l’infezione, di uno o più di tali virus, proprio attraverso le Emotrasfusioni, con conseguente responsabilità del Ministero della Salute (ex Ministero della Sanità) per le infezioni contratte da pazienti a seguito di eventi emotrasfusivi.

Sulla responsabilità del Ministero della Salute per le trasfusioni di sangue infetto e sulle epoche di conoscenza dei rischi virali vedi il capitolo “INDENNIZZI E DANNI” ed il relativo sottocapitolo “RISARCIMENTO DANNI”.

Condividi: