EMOTRASFUSIONE E MALATTIA PROFESSIONALE

DIRITTI RICONOSCIUTI AI SOGGETTI DANNEGGIATI

DA MALATTIE CONTRATTE DA OPERATORI SANITARI

IN OCCASIONE E DURANTE IL SERVIZIO

Agli operatori sanitari che hanno subito danni invalidanti a causa di malattie contratte in occasione e durante il loro servizio spettano gli indennizzi previsti dalla Legge, anche per il caso di “doppia patologia” e di “aggravamento”.

Sui predetti diritti agli indennizzi vedi il Capitolo “INDENNIZZI E RISARCIMENTO” coi relativi sottocapitoli ed annessi paragrafi.

Agli stessi operatori sanitari si ritiene spetti anche il diritto al risarcimento dei danni subiti, da richiedere alla struttura, pubblica o privata, ove e durante la ridetta occasione di servizio sia stata contratta l’infezione, vertendosi in materia di responsabilità contrattuale per responsabilità datoriale.

 Avv. Silvio VIGNERA

Molto frequenti sono i casi in cui  qualche “operatore sanitario”, in occasione e durante il servizio, riporti danni permanenti all’integrità psico-fisica conseguenti a infezione contratta a seguito di contatto con sangue e suoi derivati provenienti da soggetti affetti da infezione da HIV o da Epatite B e C.

Infezioni che sono trasmissibili anche col semplice contatto (anche involontario) con un ago infetto.

Condividi: